L’affetto può essere dimostrato attraverso infiniti modi. Non è necessario regalare la luna, fare un atto eroico o dire ogni momento quanto vogliamo bene a qualcuno. È pur vero che chi ama deve dimostrarlo ogni giorno, nei modi più semplici, liberamente e senza grandi espedienti. Ma ciò che penso è che per farlo basta veramente poco: una carezza, le parole giuste, sguardi sinceri che fanno sentire protetti e accolti. Tutto l’amore che doniamo ci fa più grandi, più ricchi e più completi davanti a noi stessi e al cammino che percorriamo. A farmelo pensare sono persone come Claudia e Christian, vera essenza dell’amore. Ma non soltanto loro. Tutti gli abbracci che ho immortalato il giorno del loro matrimonio tra amici, genitori, parenti, e mani grandi o piccine, sono una testimonianza assoluta del legame imprescindibile che esiste quando c’è dell’affetto vero, unico e disinteressato.

Il Capo di Milazzo è stato il luogo che hanno scelto per il fatidico Sì, con il rumore delle onde in sottofondo e il vento fresco e rassicurante che applaudiva per loro. La Chiesa di Sant’Antonino, con il suo stile rustico e intramontabile, era perfetta per questo amore giovane e limpido.

Claudia ha un viso dalle mille forme espressive, proprio come la sua terra, la Spagna, paese attraente e abbagliante. Christian ha uno sguardo umile, la sua timidezza trasuda dai suoi occhi innamorati. Non riuscivano a smettere di sorridere, ed è una vera gioia per me attorniarmi di tanto amore!

Queste nozze memorabili sono continuate alla “Rosa dei Venti”, situato in collina, tra il golfo di Tindari e Capo Milazzo, punto che offre uno scenario dalla bellezza mozzafiato.

Fermavo gli istanti mentre tutti brindavano e danzavano estasiati dall’atmosfera che stavano respirando. Era come dovrebbe essere il giorno del matrimonio dell’amico, della sorella, del cugino: un giorno indimenticabile durante il quale gli unici protagonisti non sono soltanto gli sposi, ma tutte le persone che hanno deciso di vivergli accanto.